07 aprile 2008

Addio, sciura Bruna


Pensò: che confusione! Ma era già, eterno e ineffabile, il pensiero della mente in cui la sua si era sciolta.
(L. Sciascia)




Addio, sciura Bruna,
non so piangere al momento giusto, scusami.
Anche tu non sapevi piangere e ridere al momento giusto.
Per questo eravamo amici, di un'amicizia che non è quella fra genero e suocera.
Adesso non puoi più attaccare briga con il sciur Peppino e neppure con Laura.
Io continuerò in sordina a prenderti in giro perchè non so piangere al momento giusto ma ti ho voluto sempre bene.
Aspettavamo il momento per un nuovo viaggio; avevo scelto la Camargue. Tu ora puoi andarci quando vuoi.
E so quale è stato il tuo ultimo pensiero: che confusione!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

....un abbraccio forte..forte...dal piccolo nicola
mamma roberta

Anonimo ha detto...

Ciao dok,
non è facile scrivere...ancora più difficile sapere cosa scrivere..
Oggi è un giorno molto triste per me, non vedrò più mia madre.
Ma...ne sono certa che , nel luogo dove adesso si trova, starà sorridendo, come in questa foto.
Vorrei dirti io quello che lei vorrebbe tu sapessi...
Non è mai stata una donna dai grandi slanci affettuosi, ma di piccole, grandi attenzioni ..
Scendeva a comperarti la vaschetta di gelato sotto casa, nonostante camminasse a fatica,-
Il gelato x Paolo non c'è ?
Paolo, metti il cognac !
Peppino vai giù a prendere il vino , ma sì, quello che abbiamo preso ...là..come si dice..(Alsazia )che a Paolo piace..
Paolo , ti ho fatto la torta di mele, ti piace ?
Laura , dai a Paolo il pane, no, non quello, quello fresco...
Ho fatto per Paolo la trippa, che a lui piace tanto, quando telefona, digli se viene qui a mangiarla ??
Non dico subito, so che è impegnato al lavoro...
Allora telefono io , a me , non dice di no...
Lei ti amava così...
Ti guarda e sorride....
Grazie...da parte mia Dok per esserci...sempre.
Ti amo Lalli

Anonimo ha detto...

non so ancora che dire...la nonna non c'e' piu'...ma non me ne rendo conto... mi manca...
e'bello leggere queste parole, grazie paolo... ti voglio bene, vale

Câmera Digital ha detto...

Hello. This post is likeable, and your blog is very interesting, congratulations :-). I will add in my blogroll =). If possible gives a last there on my blog, it is about the Câmera Digital, I hope you enjoy. The address is http://camera-fotografica-digital.blogspot.com. A hug.

Vè ha detto...

Beh Paolo, che dire se non grazie? Io nella vita non ho molte certezze ma so che in questo momento mia nonna ti sta sorridendo e ti è vicina.
Non serve piangere x dimostrare il dolore.
Io so che hai reso mia nonna, x il poco che l'hai conosciuta, una persona felice e finalmente viva. Penso che non avrebbe potuto desiderare una morte migliore se non chiudendo gli occhi vicino al suo Paolo.
Grazie e ancora grazie. Ti voglio bene, ma questo già lo sai.

tweetie25 ha detto...

Arrivederci sciura Bruna anche dalla piccola Costy... e non è un addio, sarà sempre nei nostri cuori e pensieri!! Non mi dimenticherò di lei!!
Papà le lacrime non servono se ci sono veri sentimenti, don't worry!
kisses

ecografista ha detto...

Ok, ragazze, vi ringrazio molto, però non esagerate, altrimenti mi illudo di essere un buon padre, invece sono solo un ecografista dilettante.

Anonimo ha detto...

Ricordo con piacere quelle cene, soprattutto la prima delle due, quando si era deciso di cucinare la caseula e all'ultimo si era deciso di invitare anche me. Il ricordo più nitido è il modo in cui i due nonni battibeccavano: curioso, così personale, intimo, nuovo per me!
Tutti i mei nonni sono mancati infatti quando ero piccolo. Tutti tranne la Nonna Olimpia: io l'ho sempre vista da sola, che litigava con le figlie, le amiche, i vicini di casa, ma non l'ho mai vista nel rapporto di coppia con il nonno Ettore, morto quando avevo 7 anni. Troppo piccolo per ricordare.
La Nonna Olimpia è morta anche lei nel febbraio 2006; caspita la nonna è una figura strana, non la vedi tutti i giorni, spesso dici che rompe, a volte non la sopporti più, ma sai che c'è e il solo suo esserci basta. E quando manca si sente... nel profondo...
Mi unisco anch'io in questo saluto,
con affetto
Marco