05 luglio 2009

Villingen & Schwenningen




Ieri sono tappa di trasferimento.
Appena entrati in Germania ci hanno accolto la pioggia e una lucente locomotiva a vapore in pressione pronta per un treno speciale.
Qui i treni sono un’istituzione; a un tiro di schioppo da Stoccarda sorge la mitica fabbrica di treni elettrici Marklin.
Comunque facciamo qualche foto sotto una pioggia, fortunatamente poco convincente e poi ripartiamo alla volta di Villingen. La cittadina fa coppia fissa con Schwenningen, dove nasce il nostro fiume. Peccato che fra l’una e l’altra ci sia una valletta che in bicicletta non promette nulla di buono.
Dopo l’arrivo all’ Hotel Romeus siamo usciti alla ricerca della sorgente del Neckar. Niente di più difficile nel momento in cui Schwenningen era in preda a un forsennata “notte di cultura”, una sorta di rumorosa notte bianca in cui la birra ovviamente scorreva a fiumi.

Abbiamo cenato con bistecche, wurst, insalata di rafano, crauti e patate e naturalmente weissbier, la mitica Furstemberg weissbier che si produce alle sorgenti del Danubio, a nove chilometri da qui. Quindi abbiamo dormito sullo spartiacque fra Mar Nero e Mare del Nord.
Oggi si dovrebbe partire; l’uso del condizionale riposa sulla presenza di minacciose colline coperte di boschi, ricche di micidiali saliscendi per le gambe poco allenate.

1 commento:

tweetie25 ha detto...

bravi bravi, dai che ce la fate!!!
Buona birra...baci baci