12 gennaio 2013

Ah, capisco.... ovvero un sabato in Pediatria

- Dottore posso parlarle un momento?
- Si, certo, sono qui anche per questo, è il mio lavoro, ci mancherebbe...
- E' per il bambino, mi hanno detto che forse ha l'epilessia, ma il tracciato non arriva.
- Guardi, sembra sia caduto all'improvviso, l'importante è che non si sia fatto male.
- Sì, ma chi me lo dice?
- Abbiamo fatto un Tac, l'ha visto il neurochirurgo e ha fatto anche una risonanza, non ci sono lesioni legate alla caduta.
- Sì, ma quando saprò qualcosa di definitivo?
- Senta, Signor Minipimero, il piccolo ha fatto in 24 ore una tac, una risonanza, un elettroencefalogramma e due valutazioni neurochirurgiche; qualche volta, in qualche altro ospedale ci vuole più tempo!
- Sì, ma l'elettroencefalogramma non è ancora refertato.
- Vabbè, ma la cosa importante è che non abbia riportato danni e poi lei vuole andare a casa subito; se vuole attendere il referto dovrebbe aspettare due giorni, oggi è sabato...
- No ma lui ha una visita la prossima settimana per la medicina dello sport.
- Ah sì? E che sport pratica?
- La moto!
- Ah, capisco... ma non è presto a 9 anni?
- No, Valentino Rossi ha cominciato così.
- Ah, capisco... Ma allora qual'è il problema?
- Se ha l'elettroencefalogramma piatto (sic!) magari non lo fanno idoneo!
- Ah, capisco... Ma sa, se fosse stata una crisi convulsiva sarebbe meglio aspettare... il referto... la visita della neurologa...
- Ma lì c'ha 'l casco, mica come a scuola.
- Ah, capisco...
[…]
- Buongiorno Signora; è arrivata con l'ambulanza del 118?
- Eh sì, mio marito era a lavorare...
- Ah, capisco...
- La bambina aveva la febbre e i brividi di freddo.
- Bene; e cos'ha fatto? Gli ha dato [famoso nome commerciale del paracetamolo] in supposte?
- Sì! Ma non passava e la bambina aveva i brividi di freddo!
- E' la prima figlia?
- Sì!
- E cos'ha fatto?
- Ho usato il phon...
- Ah, capisco... L'asciugacapelli?
- Sì, perchè aveva tanto freddo alle mani.
- Ma questa è un'ustione di primo grado, Sciura!
- Eh sì, ma aveva i brividi...
- Bene la ricoveriamo.
- Ma perchè, è grave?
- Signora, scusi, ha ustionato le braccia alla bambina con un asciugacapelli, ha chiamato un'ambulanza del 118 con un rianimatore, un'infermiera e un defibrillatore perchè non c'era suo marito; che cosa sarebbe grave?
- Ma la bambina aveva i brividi!
- Ah, capisco...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

....DOTTORE...LEI è UN GRANDE!!!!! MA COME FA A SOPPORTARE CERTE "MAMME"????

Paolo Adamoli ha detto...

Per dare pari opportunità il primo dialogo era con un papà!

Anonimo ha detto...

....ALLORA SIAMO MESSI "PEGGIO" DI QUEL CHE PENSAVO!!!

tweetie25 ha detto...

Ma noooo, questa mi mancava!! E dire che ne vedo anch'io di genitori strani a scuola, ma all'ospedale va meglio! Proprio dei geni incompresi...
Aiutooo!! bacioni