16 gennaio 2008

Buon anno!


Da un po’ che siamo fermi? Ma no.
Ho trascorso un periodo infernale dalla fine di dicembre ad oggi, rimanendo quasi da solo a lavorare.
Non ho avuto tempo per nulla, figuriamoci per il blog. La riprova è che nonostante gli stravizi del periodo non sono riuscito ad aumentare di peso più di tanto…
Quante cose sono successe nelle ultime tre settimane?
Beh, direi molte.
Ulrich è diventato nonno e credo non si augurasse occasione migliore per festeggiare il capodanno.
Mi sono arrivati tanti dolci e golosi regali, fra cui i dolci di Ulrich stesso, ma anche pittanchiuse, nepitelle e fichi secchi sopraffini dalla Calabria, dove Antonio e Laura hanno festeggiato il capodanno, senza lavorare, tanto un pediatra sulla breccia c’era pur sempre in ospedale.
Gli altri lettori mah… Sara è scomparsa; le giovani lettrici mi sembra che ogni tanto facciano capolino.
Veronica ha annunciato sul suo blog che sono diventato ufficialmente suo padre. Wow!!
La giovane-dottoressa-che-non-legge-il-blog è in un ospedale del Ghana, sulle orme dell’illustre senologo.
Paolone da Reggio Emilia non si è più sentito da capodanno, ma sarà alle prese con i postumi delle feste culinarie emiliane.
Si sono aggiunti due lettori canadesi, Gina e Len, parenti di amici emigrati in Canada prima della seconda guerra…
Gli altri figli stanno bene, infatti si vedono poco sulla scena.
Cani, biciclette e ciaspole aspettano il bel tempo. Laura mi aspetta ogni sera più tardi e insiste che non dimentichi la cardioaspirina.

9 commenti:

Sara ha detto...

Bentornato tra noi ;) e comunque, io non sono mica sparita... ero in attesa, passata da quì regolarmente due volte al dì :)

Saluti, Sara

ulrich ha detto...

Povero doc, farti compatire da me - e dalla bravissima sara.
In Baviera manca l'inverno. Le previsioni del tempo annunciano per i prossimi giorni fino ad 11 gradi, non sotto ma sopra zero! Nonostante vorrei consigliare ai coniugi Laura e Paolo di venire a pedalare in primavera, in ogni caso però in estate. Vi piacerebbe un giro attorno al Chiemsee, con salti sulle isole Herrenchiemsee e Frauenchiemsee? Sognate il lago, chiamato il mare della Baviera!
Ma anche buon lavoro in ospedale!
Ciao, servus
Ulrich
www.ulrich-schwendke.de (sito bilingue)

salvia ha detto...

Oltre ai canadesi si aggiunge una bolognese spostata a Milano. Ciao :)

ecografista ha detto...

Oh... quanti messaggi!
Ben tornata a te, Sara. Ti ho aspettato per gli auguri, ma forse hai avuto paura della meningite, come la maggior parte degli italiani.
Buongiorno e benvenuta Salvia, la prima amica di aNobii che mi visita sul blog (ma lo sapete cos'è aNobii, spero).
A sentir parlare di Bologna mi viene in mente la cucina emiliana.
Ricordo con struggimento (e un po' di raccapriccio trigliceridico) un week end con Paolone da Reggio Emilia e la sua tribù.
Ma ragazze, k, devo mettermi a dieta, lo sapete?

Sara ha detto...

mmm... dieta? E ci metti sotto gli occhi un'immagine dal nome "dolci150108.jpg"? Se ti sei strafogato solo un giorno non è il caso di allarmarsi... no? ;) Consolati io per tornare in forma devo perdere 1,5 Kg, peccato per il tempaccio altrimenti sarei già in sella alla mia bici :P
Suvvia, ho ancora del gran tempo per passare in quel di Gravedona... gh ;)

paolone ha detto...

Ciao Dok
Ieri ho ricevuto la splendida cartolina dalle Mauritius.
Certamente ti sarà mantata la tua tanto amata bicicletta.
Penso che però tu si riuscito a sostituirla con altre attivtà ludico sportive.
Come vedi il mondo gira sempre.
La piccola Sara è volata in cielo ma, nello stesso tempo, dal cielo è scesa Anna .
Un grande abbraccio a te e ai tuoi cari
Paolone
Servus

Anonimo ha detto...

Scusate il grave errore pensando che Sara fosse la binba annalata che seguivi e non un amica
Forse ho commesso un errore pauroso .
paolne

ecografista ha detto...

Tranquillo Paolone, Sara non è volata in cielo; il bimbo che seguivo era un maschietto.
Sara è una lettrice cui piace il mistero e starà ridendo alle tue spalle.
Chiamarla amica è un po' difficile: non l'ho mai vista in viso; è più giovane del mio figlio più giovane, quindi è di quella generazione tutta piercing e musica metallica... o no?

Sara ha detto...

nono, non stavo mica ridendo alle spalle di nessuno! :)
figurati che ho una fifa tremenda dei prelievi del sangue... mi è capitato di svenire ancor prima di averlo fatto (pre-ricovero lì a Gravedona più di un anno fa ormai)... quindi i piercing non fanno proprio per me: sofferenze inutili! Non so che si dica di me, ma io sono piuttosto tranquilla... basta non farmi arrabbiare :P

Buona settimana a tutti ;)

Sara