19 luglio 2006

Germania Orientale

Siamo partiti da Magdeburgo, come previsto, sebbene con un po´di ritardo. Non sono piu´riuscito a scrivere nulla perche´siamo rimasti sino a ieri nelléx gemania orientale.
Sono passati gia´15 anni dalla riunificazione ma il paese e´ancora depresso. Niente internet-point, pochi alberghi, scarsi i ristoranti, rari i supermercati, ma prezzi come all´ovest.
Forse il comunismo e´stata la piu´grande tragedia dello scorso secolo. Siamo in terra di Euro, ma sembra di essere in Slovacchia.
A parte questo la pianura che si stende da Magdeburgo al mar Baltico e´affascinante.
Abbiamo pedalato fra campi di grano o di girasole a perdita d´occhio, attraversando paesi suggestivi ma tristi e percorrendo una media di 80 km al giorno.
L´architettura gotica e romanica e´molto caratteristica; le case sono costruite in mattoni rossi.
Purtroppo si e´guastato l´hard disk portatile e non posso mettere fotografie on line.
Oggi pero´siamo arrivati ad Amburgo e provvederemo entro 1-2 giorni.
Grazie degli auguri di compleanno a quanti me li hanno inviati per email o per sms. Da molti anni compio quasi sempre gli anni in viaggio. Speriamo di continuare.
Giorgio Baratelli mi aveva chiesto (e ottenuto) una bicicletta in prestito per discendere l´Inn e il Danubio con suo figlio.
E´una bicicletta che l´Inn lo conosce molto bene; ora conoscera´anche il Danubio.
Amburgo e´affascinante e la scopriremo in giornata. Spero di aggiornare presto il blog con qualche fotografia. Ciao a tutti.

3 commenti:

laura ha detto...

Siamo finalmente arrivati , come ha detto il Dok ad Hamburg !! Sono cmq stati giorni , anzi , pedalate pesantine....Vuoi la mancanza di allenamento., vuoi la difficolta´nel trovare supermercati x la nostra scorta di acqua....vuoi , alcuni giorni i 90 km quotidiani..
Cmq, siamo felici, e´il nostro primo step importante!1 il mare del nord ci aspetta e...i "muscoli" pure !! Baci

Anonimo ha detto...

la bici è OK! - anche oggi tra una sistemazione dei pedali e una borsa da assemblare ho operato, ma è l'ultima domenica prima del viaggio.

Ti-Vi mando questo augurio

Si possono percorrere milioni di chilometri

in una sola vita senza mai scalfire la

superficie dei luoghi

né imparare nulla dalle genti

appena sfiorate.

Il senso del viaggio sta nel fermarsi

ad ascoltare chiunque abbia una storia

da raccontare.

cammina cercando la Vita,

curando le ferite lasciate dai dolori.

Niente può cancellare il ricordo

del cammino percorso. Rubens Blades

a presto Giorgio

LaCosty ha detto...

Ciao carissimi..come va? com è Amburgo? Immagino sia bello.. però chissà che fatica, anche se da soddifazioni, vero? Scommetto che tornerete dimagriti e abbronzati che neanche vi riconoscerò o a stento!!! Io ho preso il sole al mare, niente fatica ma almeno ho nuotato un pò. Ora devo continuare a fare un pò di sport x la mia linea invidiabile...ehehe!!
baci a presto

Costance