13 luglio 2011

Mauro e Maddalena

Pianello del Lario è un paese piccolo.
Per chi non conosce il Lago è un paese insignificante.  Non ci sono e non ci sono mai stati acciaierie, né fabbriche di motociclette né attori americani né cancellieri tedeschi.
Ci abitano Mauro e Maddalena.
Maddy ha portato il suo bimbo a visitare dal dottor Mamoli
In riva al Lago c’è qualche cantiere di barche e il capannone di chi ha tagliato nel legno mobili per una vita e per la vita, mobili che restano e che consolano.
Mauro aveva una malattia metabolica, non la ricordo e non la conosco, non mi parlava ma mi parlavano i suoi occhi che mi conoscevano quando arrivava nella camera 2 per una polmonite, per una bronchite, per tante cose che non ricordo.
Maddalena invece nella camera 2 non c’è mai stata; il suo unico problema è un cromosoma in più, che non le impedisce di amare la vita.
Mauro un po’ di tempo fa, non ricordo e non ha importanza quando, ha lasciato la camera due.
Mentre lo accompagnavamo fuori dalla chiesa tutti cercavamo di trattenere le lacrime.
E Maddalena mi era corsa incontro con un sorriso, quasi inciampando e gridando “dottor Mamoli!”.
Mi erano scomparse le lacrime ed era cambiato il mio nome.
Ora Maddalena torna periodicamente a trovarmi, ad abbracciarmi, a baciarmi e a farmi visitare il “suo” bimbo.
Mauro ha lasciato per sempre la camera 2 ma mi viene a trovare spesso, di solito prima che mi addormenti. Ora che è nella Luce e conosce la Verità cerca di consolarmi della mia ignoranza e della mia solitudine.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

le lacrime sono scese a me quando ho letto la recensione...

mamma di Carolina

Anonimo ha detto...

Solo sotto questo bellissimo messaggio potevo fare i nostri migliori auguri per il suo 60° compleanno. Grazie per tutto quello che ha fatto per noi, per il nostro amatissimo Mauro e fa per tutti quei bambini tanto speciali come lui.
Zia Alex & c.
P.S. Sicuramente gli auguri di Mauro saranno più speciali arrivano dal cielo!

Carla ha detto...

e io che mi lamento se i miei bambini prendono un raffreddore che dura un pò più del solito... senza parole. Carla